These are chat archives for SMERM/smerm.github.io

29th
Nov 2015
Nicola Bernardini
@nicb
Nov 29 2015 07:32
@/all di tutti i problemi che avete, forse quello che segue è un problema che pochissimi tra di voi hanno:
Elena D'Alò
@nenelenen
Nov 29 2015 08:54
io in questo momento ho il problema opposto: sentirmi truffata dall’impostore
Nicola Bernardini
@nicb
Nov 29 2015 09:11
@nenelenen quello è un bello sport catto-comunista italiano.
Elena D'Alò
@nenelenen
Nov 29 2015 13:50
@nicb direi che son due: quello che truffa senza problemi e quello che viene truffatto e se sta zitto
All'ultimo concerto di nuova consonanza a cui sono andata non ho potuto sentire truffa perché sono entrata omaggio con la Capurso. Ma un concerto del genere hai la certezza che esistono compositori-impostori.
E la cosa peggiore sono le truffe appoggiate da chi ha il "potere". Come posso fidarmi di chi giudica queste cose rendendole disponibili ad un pubblico pagante?
Elena D'Alò
@nenelenen
Nov 29 2015 13:58
Altro che sindrome dell'impostore: basterebbe avere autocritica, un po' più di decenza, e meno vittimismo
Nicola Bernardini
@nicb
Nov 29 2015 17:13
cara @nenelenen, i problemi che poni sono - come spesso accade nel tuo caso - interessanti. Non calcherei sulla truffa (che implica un concetto di dare/avere) quanto proprio su quello di impostura.
Elena D'Alò
@nenelenen
Nov 29 2015 17:53
@nicb quindi l’impostore non truffa…?
Nicola Bernardini
@nicb
Nov 29 2015 17:54
@nenelenen beh truffa e impostura non sono la stessa cosa
@nenelenen se io dico di sapere una cosa e non la so non sto truffando nessuno, ma sono un impostore.
ad ogni modo il problema è molto interessante e fra poco ti dirò il mio punto di vista. Devo solo chiudere un'altra chat :-)
Elena D'Alò
@nenelenen
Nov 29 2015 17:57
a maggior ragione credo che nel mondo musicale i due concetti coincidono abbastanza..!
(@nicb invece io sto per mettermi in macchina quindi non so quando potrò leggere)
Nicola Bernardini
@nicb
Nov 29 2015 17:57
va bene @nenelenen non c'è mica fretta.
Nicola Bernardini
@nicb
Nov 29 2015 18:42
dunque dicevamo @nenelenen : una premessa. Sono convinto anch'io che il mondo della musica contemporanea sia pieno di impostori. Cela va sans dire.
Il problema è che non è banalissimo definire cosa sia un'impostura in questo ambito, e purtroppo (ma d'altra parte - cosa possiamo aspettarci?) molti ne approfittano.
E poi ci sono vari tipi di impostura (stiamo parlando sempre di questo ambito piuttosto ristretto). Prima tra le quali: l'impostura accademica.
Tu ti sei formata a S.Cecilia, scuola di prestigio rinomata (non sto scherzando, dico sul serio)? Allora sei brava e non sei un'impostora.
L'altro è un autodidatta che ha studiato con sua sorella? Allora è una pippa ed è un impostore.
Quanti titoli hai? quanti titoli ha la pippa? e così via.
Nicola Bernardini
@nicb
Nov 29 2015 18:47
Questa è una vera impostura, perché non si entra nel merito delle cose ma si giudica solo elementi collaterali che poco hanno a che vedere con la sostanza delle cose. Un'impostura parallela si può trovare col "successo" riscosso e così via - anche se questa è un po' più difficile da portare a segno.
La verità è ancora un'altra: la verità è che i linguaggi della musica contemporanea sono fragili, ambigui e sottilmente deboli - spalancano quindi le porte a ogni sorta di impostura.
È quindi molto più facile (e probabile) essere vittime di imposture piuttosto che toccare con mano il sublime dell'invenzione vera e genuina, forte e chiara.
Ma questo non ci deve far demordere. Ci deve far sviluppare il senso critico per cercare di identificare rapidamente gli impostori e perdere il meno tempo possibile. Il senso critico serve anche a ricredersi e a cambiare idea se cambiano le condizioni al contorno.
Nicola Bernardini
@nicb
Nov 29 2015 18:53
Voglio dire che per me la fragilità e l'ambiguità dei linguaggi e dei processi compositivi odierni sono una forza anziché una debolezza. Ci espongono agli impostori, è vero, ma ci consentono visioni straordinarie - le rare volte che queste ci gratificano.
Cosa dobbiamo inseguire quindi? Per me: la genuinita` non-ingenua, il ché significa: @nenelenen deve essere ciò che è e ciò che vuole essere senza però dimenticare che il mondo (e noi stessi dentro di esso) è pieno di stereotipi e di luoghi comuni ingenui e sub-intelligenti.
La chiudo qui altrimenti non la chiudo più.